Rss Feed

mercoledì 3 dicembre 2014

Ciambella rustica (pomodorini secchi, olive nere, emmental)

Pubblicato da Claudia Pane a 15:38





Sabato scorso avevo voglia di fare una brioche salata, io che le brioche salate non le preparo quasi mai. Però volevo provare un ripieno diverso dal solito, così ho messo insieme i pomodorini secchi, le olive nere e un pò di formaggio dolce per contrastare l'iper-sapidità degli altri ingredienti. Ho aggiunto all'impasto origano e pepe... et voilà! Una brioche morbidissima, leggera e saporita. Resiste per 3-4 giorni, se conservata in un sacchetto di plastica privato dell'aria.

Potrebbe essere un'idea da preparare per un'aperitivo a Natale. A casa mia per la Vigilia o per Pasqua si prepara sempre una brioche salata, da mangiare nell'attesa che sia pronto a tavola (io non la mangio, perchè già ho la fame suscettibile.. se mi metto anche a spiluccare, poi, è la fine!!)

Ingredienti per 22 cm
125 gr. Farina Manitoba + 125 gr. Farina 00 miscelate
1/4  cubetto lievito di birra
125 ml di latte appena tiepido
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di miele
1/2 uovo sbattuto
30 gr. + 20 gr.  Burro ammorbidito



pomodorini secchi, olive nere, emmental q.b
origano e pepe

PRIMA FASE

Fare la biga:  sciogliere in un po’ di latte il lievito ed aggiungervi qualche cucchiaio di farina per ottenere un piccolo impasto abbastanza morbido. Coprire con pellicola e far lievitare (impiegherà 30/40 minuti a raddoppiare).

SECONDA FASE

Impastare tutti gli altri ingredienti (escluso i 20 gr di burro e il ripieno)  aggiungendo alla fine la biga lievitata. Impastare lavorando bene fino a ottenere un composto liscio e morbido. Coprire con pellicola e mettere a lievitare per 2 ore in luogo tiepido (il forno appena appena riscaldato e poi spento andrà benissimo).

TERZA FASE

Dopo due ore prendere l’impasto lievitato ed incorporarvi gli altri 20 gr di burro, lavorare bene fino ad avere nuovamente un impasto liscio e omogeneo, quindi aggiungere gli ingredienti del ripieno, il pepe e l'origano. Sistemare nello stampo imburrato e infarinato e far lievitare per altre 2 ore. Trascorso questo tempo, infornare 170/180 gradi per circa 20 minuti circa. Fate la prova stuzzicadente.

8 commenti on "Ciambella rustica (pomodorini secchi, olive nere, emmental)"

paola on 3 dicembre 2014 20:50 ha detto...

che bella e sicuramente che buona,grazie della delizia

carmencook on 3 dicembre 2014 21:58 ha detto...

Favolosa la tua ciambella!!!
Nonostante abbia da poco finito di cenare, una fettina la assaggerei molto volentieri!!
Un mega abbraccio e buona serata
Carmen

Claudia Pane on 4 dicembre 2014 10:57 ha detto...

grazie a entrambe :D

SABRINA RABBIA on 4 dicembre 2014 16:04 ha detto...

un'idea incredibile, adoro gli spuntini salti!!!!!Molto soffice e alto!!!!Baci Sabry

Claudia Pane on 4 dicembre 2014 18:10 ha detto...

Grazie Sabry :D

Damiana on 5 dicembre 2014 05:59 ha detto...

La fame suscettibile mi mancava, da oggi definiro'cosi'a mia fame "da camionista", sembra più elegante 😁 Io preparo la pizza di scarole come"spiluccamento", la vedrei bene accompagnata da questa brioche rustica, sarebbero una coppia infallibile per la nostra fame suscettibile...Complimenti cara è davvero una bella ciambellotta salata!
Un bacione

Rossella on 5 dicembre 2014 12:11 ha detto...

"resiste per 3-4 giorni" (cit.)... Se la preparo mi sa che dura un giorno scarso, anche perchè a casa amiamo i pomodori secchi! :) Che buona e che bella!
Baci!

Claudia Pane on 5 dicembre 2014 17:10 ha detto...

Damiana anche da me si fa la pizza di scarole! A Napoli non può mancare, diventa subito Natale :D :D Ahah sì, effettivamente "fame suscettibile" mi sembrava più gentile

Rossella anche a casa mia le brioche rustiche hanno vita breve, specie appena sfornate, quando sono morbide morbide!!

Posta un commento